Ho riscoperto la vera essenza di FIFA e sono tornato a divertirmi

Gli obiettivi settimanali del CarniBall, l’evento dedicato al carnevale di FIFA 19 Ultimate team, mi ha fatto riscoprire la vera essenza del videogioco fifa.

Attraverso gli obiettivi settimanali è possibile ottenere giocando partite in modalità partita singola online tre differenti giocatori, Talisca, Emre Can e Ben Arfa.

Obiettivi settimanali del Carniball
Obiettivi settimanali del Carniball

Per ottenere queste tre carte occorre vincere un determinato numero di partite in tale modalità utilizzando esclusivamente giocatori di tipo argento provenienti dalla nazionalità della carta che desideriamo sbloccare. A tal proposito non è possibile utilizzare la solita squadra che abbiamo creato in FIFA Ultimate team, niente carte oro niente carte toty o quant’altro.

Bene, è proprio qua che ho riscoperto il piacere di giocare a FIFA 19, ho dimenticato i vari “bug” o giocatori buggati, ho dimenticato le sgroppate di Felipe Anderson sulla fascia sinistra, così come le corse infinite di Kante davanti la difesa..

Ho veramente trovato piacere nel completare questo obiettivo, con o senza l’utilizzo dell’ “home wins”, in quanto sono stato comunque costretto a giocare 8 delle 11 partite che mi sono state necessarie per completare Talisca.

Personalmente ho creato la squadra di giocatori argento brasiliani utilizzando esclusivamente quanto trovato in club, per farla semplice la squadra era veramente molto scarsa, niente a che vedere con le rose che incontrato pieni di calciatori seppur argento, veloci, forti fisicamente o skillati.

Questa è la squadra che ho usato per il completamento del brasiliano:

Rosa argento del Brasile in FIFA 19
Rosa argento del Brasile in FIFA 19

Pensate che come potete vedere dall’immagine soprastante non mi sono nemmeno preoccupato di arrivare a 100 di intesa di squadra.

Perché mi sono divertito tanto?

La differenza principale stava proprio nella tipologia di gioco, in quanto non avendo fenomeni, né io né il mio avversario, eravamo entrambi costretti a costruire un azione di gioco reale, partendo dallo smarcamento dei centrocampisti, fino ai cross dalle fasce o dalla verticalizzazione sulle punte.

La disparità di valore della squadra era azzerata in quanto difficilmente era possibile trovare squadre con valutazione 74, ma tutte comprese fra 70 e 73 punti.

La difficoltà nel segnare da fuori area, la “non” possibilità di utilizzare e sfruttare al massimo il “timed finishing” e tanti altri piccoli particolari che hanno reso molto interessanti e divertenti queste 8 partite giocate.

Creare l’azione di gioco, trovare gli spazi giusti, cercare la giocata o l’uno-due, questo e altro è stato per me veramente divertente in questa settimana!

Ora invece che sono tornato a giocare la Division Rivals sono tornato nell’incubo della solita “skill” di Neymar e Felipe Anderson, dove il calciatore sposta rapidamente palla da destra a sinistra o viceversa, sono tornato a subire gol da 30 metri e tanto altro, che invece di farmi passare del tempo spensierato davanti la console mi porta spesso frustrazione.

Apprezzo dunque la possibilità che ci ha offerto EA Sports nell’utilizzare squadre simili e mi auguro che nel futuro non troppo prossimo ci possano essere altri obiettivi settimanali simili che mi diano la possibilità di riscoprire il vero gioco del calcio su console!

Voi cosa ne pensate? Avete avuto le mie stesse impressioni?

FUT18italia

Lucio, creatore ed ideatore di fut18italia. Appassionato di FIFA Ultimate Team ed esperto trading (compravendita) su FIFA Ultimate Team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *