Come difendere in FIFA 20 Ultimate Team: i consigli dei PRO Player

Come ben sappiamo, in questa edizione di FIFA, la nota più dolente riguarda la fase difensiva.

Quante ore gettate tra le tattiche, YouTube, guide, prove, preghiere e chi più ne ha più ne metta, alla fine subiamo quasi sempre gol e non riusciamo a capire come mai la difesa si apra, lasciando gli avversari in mezzo a praterie deserte liberi di arrivare a tiro.

Ovviamente parlo di noi comuni mortali che ambiamo a risultati dignitosi e non certamente a diventare PRO Players. È per questo che abbiamo chiesto a giocatori professionisti consigli su come meglio difendere, su che tattiche attuare in game e come fronteggiare giocatori forti che trovano spazi in continuazione nelle nostre difese quasi sempre scoperte.

In questo articolo troverete dunque i consigli di alcuni giocatori del Palermo eSports, quindi video-giocatori professionisti a tutti gli effetti su come difendere in FUT 20.

Punto 1: TEMPOREGGIARE

Già, mi direte “eh ma diciamo sempre le stesse cose ed intanto poi lo spazio lo trovano comunque”, ma purtroppo è la realtà. Quest’anno temporeggiare è d’obbligo quando ci si trova in fase difensiva. Usando “LT ed RT” per XBOX ONE o “L2 ed R2” per PS4 non faremo altro che attendere l’avversario cercando di inturne le mosse. Questo si fa cercando di essere bravi nello “switchare” con analogico destro o LB/L1 sul giocatore più utile per intercettare le linee di passaggio. Anche in questo mi direte che sono cose sentite e risentite ma è sicuramente alla base di tutto, e chi è bravo in questo riesce a coprire la propria difesa.

Quindi ricapitolando, imparare a switchare velocemente verso il giocatore più utile ed attendere le mosse dell’avversario mantenendo una posizione neutrale e frontale all’attaccante, in modo da potersi muovere a destra o sinistra in base a dove deciderà di puntare l’avversario.

Punto 2: CONOSCERE I GIOCATORI DELLA SQUADRA AVVERSARIA

Il fatto che prima dell’inizio della partita ci facciano vedere la squadra avversaria, non serve per farci innervosire ancor prima di cominciare perché affronteremo una squadra da 20 milioni. Ma è un fattore favorevole perché ci da il vantaggio di sapere chi affrontiamo.

Non rinunciamo a conoscere con chi gioca l’avversario perché conoscere le caratteristiche dei suoi giocatori può darci un vantaggio.

Faccio un esempio. Giocatori con piede debole 3\2 è quasi certo che cercheranno il tiro sempre e solo con il piede preferito, quindi sapendo ciò, ci verrà facile capire come coprire ed in quale senso seguire l’avversario. Un po’ come nel calcio reale. Alla fine se so che Salah è solo ed esclusivamente mancino, potrò permettermi di farlo tirare di destro perché al 90% la palla non andrà nello specchio della porta.

Punto 3: COPERTURE SULLE FASCE

L’azione che più si vede su FUT quest’anno è sicuramente il lancio lungo sulla fascia. Questo spesso lascia buchi enormi ed il terzino fuori posizione. Perché accade? Perché di primo impatto l’idea che abbiamo è selezionare il terzino e cercare di riprendere la posizione. Bisogna diventare bravi nel selezionare il terzino al momento del lancio e direzionarlo verso la fascia ma poi switchare subito verso un altro giocatore in modo tale che la CPU prenda il controllo del terzino e vada in marcatura. Sicuramente chi usa il 4-4-2 o il 4-3-3 o comunque moduli con ali sulle fasce è più propenso ad usare questa tattica.

Punto 4: LIMITARE I PASSAGGI TESI

Bisogna in tutti i modi cercare di intercettare i passaggi eseguiti con doppia A/X o doppio Y/TRIANGOLO che solitamente non vengono mai intercettati dai nostri giocatori. Per fare questo bisogna premere più volte sul tasto del contrasto perché in questo modo i giocatori cercheranno di intercettare il passaggio.

CONCLUSIONI

Insomma, la maggior parte di ciò che abbiamo scritto sicuramente lo avrete già sentito/visto in qualche tutorial online su YouTube o altri canali. Ma alla base di tutto c’è proprio questo. Se siamo giocatori poco pazienti, questi consigli serviranno a poco in quanto l’attenzione che ci si mette nello studiare l’avversario è direttamente proporzionale alla pazienza che ci accompagna. Lo studio dell’avversario, delle sue tattiche, dei suoi giocatori, è quello che ci serve per cercare di attivarci nel modo giusto e provare a prevedere le sue mosse…

FUT18italia

Lucio, creatore ed ideatore di fut18italia. Appassionato di FIFA Ultimate Team ed esperto trading (compravendita) su FIFA Ultimate Team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *